Residenza d’Artista Cohousing Fraginesi

Il progetto Residenza d’artista cohousing Faraginesi, nasce nel 2015, attraverso una “chiamata” agli street artist di tutto il mondo, con l’intento di promuovere il territorio di Castellammare e coinvolgere alcuni ragazzi ospitati nei centri di accoglienza della zona, nelle dinamiche artistiche e culturali europee, delle quali non conoscevano nulla. Gli artisti ospitati quell’anno sono stati: C215; Juliettafx, Nessun Nettuno, Pao, Mathias Poeta della sera.

Il progetto prosegue aprendosi alle più disparate arti e saperi, con lo scopo di fornire alloggio e materiali ad artisti, musicisti, scrittori ed esperti, superando le barriere economiche che spesso impediscono all’arte di raggiungere tutti gli strati sociali.

La residenza e aperta tutti i giorni su richiesta, ospita più  o meno 3 artisti5 cene sociali e diversi laboratori ogni anno.

La Residenza è formata da una casa-salone di 100mq, ricavata dalla ristrutturazione di un vecchio pagliaio, soppalcata con bagno e cucina e 2000 mq di giardino a oliveto e alberi da frutta.

All’occorrenza la residenza viene usata come luogo per ospitare persone e come sede di lavoro e programmazione di TrinArt e delle altre realtà con cui collabora.

Artisti Residenti sono stati:

Il maestro e street artista Carlos Atoche: laboratorio con ragazzi migranti e un’opera nel territorio

Antonio Anc ha realizzato un murale all’interno di Villa Olivia.

Residenza d’artista e creazione del cd “un uliveto incantato” con gli artisti Hopn (con workshop “Arte urbana dalla teoria alla pratica”) e Ancaze e con il musicista Simon Cipolla.

L’artista messicano German Landin Macille.

Ascanio Cuba con un murales a villa Olivia.

Il musicista cantauotore Brasiliano Matthius Pezzotta.

poetai e cantautori Gianluca Lancieri & Toti Castronovo.

E tanti altri che hanno partecipato con workshop, concerti e attività  culturali, ecologiche, artistiche, culinarie ..